Archivio della categoria: socialnetworks

Maroni :”Chiudiamo tutti i siti internet Violenti”.

Precisiamo innanzi tutto, On.Maroni, che se davvero volesse farsi un’idea di quelli che sono i siti internet violenti in rete, beh dovrebbe andare al di là dei gruppi di Facebook che inneggiano, in maniera stupida e indegna concordo con lei, al gesto di Tartaglia, e inoltrarsi in una ricerca capillare ed infinita i cui risultati Le farebbero apparire Facebook un asilo nido.Detto questo, mi chiedo se sulla scia di questa sua affermazione, non avessimo potuto noi,popolo della rete ma anche gente che di rete non ne sa mezza, chiedere l’offuscamento delle reti RAI e Mediaset quando in periodo di campagna elettorale avallati dai meccanismi della Par Condicio, offrono dibattitti di bassissimo livello e spettacoli violenti e inauditi.

Scene che non vorremmo mai vedere mettere in atto da parte dei Candidati alla guida del nostro paese.

Mi chiedo se non sia il caso di offuscare tutti i servizi giornalistici degli ultimi periodi in cui i politici come Lei, Mnistri e Onorevoli prendono

la parola solo per offendersi l’un l’altro e per gettare fango sulle Istituzioni in cui noi,crediamo.

Mi chiedo infine se Lei, non reputi violento trasmettere in prima serata  il Grande Fratello mentre Eluana Englaro si spegne in Ospedale.Mi chiedo se non sia violento mandare avanti programmi in cui Troniste e Bellimbusti si esprimo in un gergo incomprensibile all’ora di pranzo oppure conclamare a “celerbità” gente che rutta e scoreggia in diretta nella casa più famosa d’Italia.La violenza ahimè ha tante facce e la soluzione non può essere la censura.,

Maroni : “Chiudiamo tutti i siti internet Violenti”.

Precisiamo innanzi tutto, On.Maroni, che se davvero volesse farsi un’idea di quelli che sono i siti internet violenti in rete, beh dovrebbe andare al di là dei gruppi di Facebook che inneggiano, in maniera stupida e indegna concordo con lei, al gesto di Tartaglia, e inoltrarsi in una ricerca capillare ed infinita i cui risultati Le farebbero apparire Facebook un asilo nido.

Detto questo, mi chiedo se sulla scia di questa sua affermazione, non avessimo potuto noi,popolo della rete ma anche gente che di rete non ne sa mezza, chiedere l’offuscamento delle reti RAI e Mediaset quando in periodo di campagna elettorale avallati dai meccanismi della Par Condicio, offrono dibattitti di bassissimo livello e spettacoli violenti e inauditi.

Scene che non vorremmo mai vedere mettere in atto da parte dei Candidati alla guida del nostro paese.

Mi chiedo se non sia il caso di offuscare tutti i servizi giornalistici degli ultimi periodi in cui i politici come Lei, Mnistri e Onorevoli prendono

la parola solo per offendersi l’un l’altro e per gettare fango sulle Istituzioni in cui noi,crediamo.

Mi chiedo infine se Lei, non reputi violento trasmettere in prima serata  il Grande Fratello mentre Eluana Englaro si spegne in Ospedale.

Mi chiedo se non sia violento mandare avanti programmi in cui Troniste e Bellimbusti si esprimo in un gergo incomprensibile all’ora di pranzo oppure conclamare a “celerbità” gente che rutta e scoreggia in diretta nella casa più famosa d’Italia.

La violenza ahimè ha tante facce e la soluzione non può essere la censura.,

In Principio erano Social Network

Oggi l’esercito Israeliano li usa per diffondere le notizie degli attacchi contro Hamas e le aziende distribuiscono lattine agli utenti.Sono nati per avvicinare gli individui,intrecciare contatti e relazioni fra persone lontane o che si fosseroperse di vista.Il fenomeno Punk di myspace che si pone come baluardo del “do yourself”esercita un’attrazioneinimmaginata dai fondatori, per milioni di utenti.myspacehomeNon servono intermediari di nessun tipo: tutto è possibile su myspace.Aprire un mini sito online, una propria vetrina, gestire la propria immagine e la propria comunicazione diventa possibile per chiunque, promuovere la propria musica,il proprio libro.Il fenomeno myspace si caratterizza quasi immediatamente come canale per giovani artisti in cerca di contatti e agenzie di booking in cerca di buon materiale da piazzare in giro.A tutt’oggi myspace per quanto, metta in cantiere strumenti per attirare utenza eterogenea, resta un canale destinato ad artisti e imprenditori in erba.Il fenomeno Facebook nasce per mettere in contatto compagni di college, si contrappone a myspace in quanto più people oriented: devi essere un nome e un cognome reale per avere un tuo profilo e devi davvero conoscere delle persone con cui intrecciare i rapporti.facebookhomepageMolto bello,finché dura.Ben presto Facebook apre le porte alle aziende,quelle serie, e diventa la piattaforma social dei grossi brand.Facebook è ad oggi in grado di offrire alle aziende un ventaglio di strumenti dedicati all’ADV in grado di mettere direttamente in contatto i propri user e i provider che ospita.Tanto che il “Signor Facebook”sente di dover delle scuse ufficiali agli utenti per la troppa pubblicità,ma subito dopo lancia Give Real e rende possibile fare sampling on line.Vi starete chiedendo che fine hanno fatto You Tube e Twitter?!!!L’esercito Israeliano ne ha fatto i propri strumenti di comunicazione per notiziare in tempo reale le news degli attacchi contro Hamas.In 140 caratteri vengono rilasciati Updates riguradnti gli attacchi portati a segno sulla striscia di Gaza e sul canale youtube dedicato ci sono le mappe precise degli attacchi aerei.Che con Obama si apra l’era della Social War?Dopo “guerra di bande” potrebbe essere il nuovo tormentone su Facebook!!!idfnadesk

La guerra dei Social Networks raccontata da Current TV

[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=j7z3VQ5JL2E]Io per quanto Social Networks Addicted, trovo che la real life interessantissima!Voto x Myspace che resterà sempre il mio Social Punk preferito e strizzo l’occhio a Second Life che resta l’eterno incompreso cui sarò sempre affezionata e che quando ho tempo torno sempre a trovare…nel frattempo lascio il mio avatar in stanby nel metaverso.Facebook lo uso per gli interscambi patinati o pettinati.Friendspace no…no game!E voi?!!!Che tipo di social siete?!!!