Echoes Club Stop!

Ieri è stata l’ultima serata per l’Echoes Club.Sembra incredibile, eppure:l’Echoes ha chiuso i battenti.Ufficialmente l’Echoes lascia la storica sede per trasferirsi in una sede nuova (l’ex sede del Prince!) chi come me di Clubbing si è nutrito per decenni, sa che la chiusura dell’Echoes segna il declino di un’epoca iniziato tanto tempo fa.Erano gli anni 90 quando in Italia prendevano vita i party più incredibili cui abbia mai partecipato. Si ballava a Ibiza, a Milano, a Riccione e il mood era sempre lo stesso.L’Echoes era mecca Italiana di un popolo che si riversava sul dancefloor per acquisire una identità che si accendeva e spegneva contemporaneamente col l’inizio e la fine della musica.I party erano un luogo di aggregazione e fusione di persone che si ritrovavano con cadenza settimanale catapultati in una dimensione parallela.Il Clubbing è stato il precursore del metaverso di Secondo Life. Il tam-tam iniziava la settimana precedente si diffondeva il “tema della serata” ,poi gli ospiti e poi via: che non era a tema era out.Un mondo fatto di strobo, di paillettes e di tanto “amore”. Un mondo finito da tempo: da quando all’amore e alle paillettes si sono sostituiti troppa droga e la violenza di chi va a ballare solo x distruggersi il sabato sera.Locali pieni di ragazzini violenti pronti a fare a botte per un qualunque stupido pretesto.Ho sentito Alessio tempo fa, mi chiama di Ibiza e mi dice: ” Qui è finito tutto,niente è come prima,la magia è finita!”.Ho conosciuto Alessio a Ibiza 10 anni fa, lui lavorava all‘Amnesia…fu una delle estai più belle della mia vita.Il club non è più quel mondo in cui ci ritrovava e ci si rifugiava di tanto in tanto e in cui si era tutti un grande familglia.L’Echoes chiude e mi sale un pò di tristezza, per l’Echoes che ho conosciuto tanti anni fa.Di quegli anni mi restano tantissimi ricordi e tanti affetti forti. Ho conosciuto tanta gente vera nei locali, persone che sono diventate affetti rpofondi. “Ho visto cose che voi umani…non potete neache immaginare…”:)))C’è chi come me e Bruno, la Sakè e jocker e tanti altri  ancora sa di cosa sto parlando. C’è chi ancora va in un club per apprezzare la musica, le performance degli artisti e che ritiene il clubbing un grandissima forma di esperimento sociale che ha cambiato il modo di vivere di molti e la società contemporanera. Il club ha rappresentato l’annullamneto delle barriere sociali e l’annullamento delle differenze. Una volta entrati nella dimensione Club gli individui cessano di essere quello che sono all’esterno e divengo semplicemente clubbers con un’unica cosa in comune: il dancefloor.Un mondo in cui il furitore diviene parte attiva della performance di un artista e ne influenza l’opera.Io non ero all’Echoes ieri sera ero altrove in un altro club. Non era in programma che uscissi: ero tornata daRoma ed ero a pezzi. Sono comunque uscita con alcuni amici ed ho incontrato Ben una delle tante persone vere conociute nei club.Ragazzo doclissimo dal suono cattivo…abbiamo fatto delle bellissime chiacchiere e scambiato affetto sincero da amici di Club

14 pensieri su “Echoes Club Stop!

  1. Pingback: Echoes Club Stop! | English in Lublin

  2. Marcy

    Io ci sono stato, ed e’ stata davvero una gran bella serata.. Comunque mi e’ piaciuto il tuo intervento. Io ho 18 anni e volevo dirti che nonostante molti ragazzini della mia eta’ vadano in discoteca solo per distruggersi e fare casino, c’e’ ancora gente che va per ascoltare buona musica, gente che segue i suoi artisti preferiti e che sa divertirsi; anche se poca purtroppo…Buona serata 😉

  3. lindaserra

    Ciao Marcy,sono felice di leggerti e sono felice che sia stata una bella serata…non sarebbe stato giusto li contrario:)Grazie della visita a prestoLinda

  4. IO

    Ho letto per caso il tuo intervento……Concordo in pieno il tuo pensiero!!!Niente a che vedere ORA con l’echoes dei tempi d’oro, della calma e della tranquillità, quando andare a ballare in quel posto era un divertimento garantito.Tutto è cambiato…Hai fatto benissimo a NON venire sabato.Una sola parola per giudicare la serata………… UN VOMITO COLOSSALEHanno fatto vomitare i dipendenti,Hanno fatto vomitare i baristi,Hanno fatto vomitare i cambusieri,No comment per le driverHa fatto vomitare la direzioneORGANIZZAZIONE ZERODue sole le categorie da salvare: buona l’animazione e complimenti per i buttafuori che stranamente si sono rivelati adeguati all’occasione!Hanno guardato solo i soldi, hanno truffato praticamente tutti!!! CHE INCULATA….Per me si dovrebbero solo vergognare!!!Spero proprio che la gente che sabato era all’echoes non metta piede al Prince almeno vanno falliti, non lo dico con cattiveria, ma questa non è onestà!Se fosse successo qualcosa come minimo sabato, in quello che prima era un bel posto, diventava un mattatoio di ragazzi.Che delusione!!!Accetto critiche e controproposte

  5. IO

    marcy, scusa, ma sei sicuro di essere stato all’echoes sabato?Quanto mi piacerebbe avere i tuoi parametri di gradimento!!!

  6. lindaserra

    Beh, con tutto questo vomito è già una buona cosa che non sia annegato:)Le serate conclusive non sono mai un granchè: è vero si pensa spesso a fare cassa e il morale non è dei migliori.Io spero che le cose in Riviera vadano bene, per tutti i bei ricordi che ho in quei posti.Spero sempre che le cose migliorino e che i posti di aggregazione per i ragazzi siano sempre più accoglienti e in grado di rilasciare esperienze costruttive.Grazie per la visita e per la testimonianza.Linda

  7. IO

    carissima Linda buongiorno,brava brava bravaLo sai perchè sei stata BRAVA?Perchè hai pubblicato il mio intervento…..Sai che in altri blog sono stato CENSURATO?Inscredibilema io dico: è possibile non poter dare un’opinione?Ti mando un forte abbraccio”Se tutti gli uomini tranne uno, fossero di un parere, e quello, solo una persona fosse del parere opposto, tutti gli altri uomini non sarebbero giustificati a ridurre al silenzio quell’unico uomo, quanto lui, se ne avesse il potere, non sarebbe giustificato a ridurre al silenzio tutti gli altri”Jonh Stuart Mill

  8. lindaserra

    Ciao!Grazie!Chi censura i commenti nei blog non ha capito cosa significhi web 2.0.Sul web l’informazione è mutevole e il contributo di ciascun’ untente è un contributo importante perchè l’informazione viaggi in questi canali a noi tanto cari.Nel momento in cui decidi di aprire un blog automaticamente decidi di aprirti allo scambio con gli altri e accetti che il tuo parere possa essere opposto a quello dei tuoi lettori…i blog autoreferenziali non hanno molto senso.Buona GiornataLinda

  9. IO

    Parole sante…Se vuoi farti due risate ti mando le motivazioni e le lettere che mi hanno spedito!!!Bacip.s. quando posso ti vengo a trovare nel bleg

  10. StregadelSud

    E’ stato bellissimo leggere queste cose, non mi sembra più di essere un’aliena e di essere solo un’inguaribile nostalgica romantica del tempo che fu.Ormai in Italia si guarda solo dal dinero a scapito della qualità della serata e della sicurezza nei confronti di quelli che si vogliono godere o spettacolo in santa pace.Ho 28 anni e ti dico un’altra cosa, ormai non parlo più con nessuno di essere andata a ballare o ancora peggio ad Ibiza (6 volte con quest’anno), perchè vengo guardata come una povera tossica e sballata, e un pò mi sento triste!Lieta di averti conosciuto :-)Gio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *