Archivio tag: GGDBologna

Bologna 15 Ottobre 2011: nuove professioni delle donne

Con sommo ritardo eccomi anche io a parlare di Nuove Professioni delle Donne: evento che ha visto il team GGDBologna impegnato per la prima volta insieme ad un’altra associazione Donne Pensanti e ad un media partner Artcolo37nella organizzazione, conduzione e svolgimento.

Nuove professioni delle Donne e’ partito tanto tempo fa, quando mi sentivo chiedere “Che lavoro fai?” e cercavo, lo faccio ancora oggi, di spiegare nel modo più semplice possibile, ai miei interlocutori e, puntualmente, mi sentivo dire “Che figata, come hai fatto?!Come si fa a fare un lavoro come il tuo?”.

A parte lo stupore iniziale, mi sono resa conto che

spiegare alle persone, in modo semplice, concreto e senza metteresi in bocca dei termini troppo tecnici, può aprire dei percorsi, può stimolare dei percorsi e anche una presa di coscienza.

E allora mi rullava in testa questa idea e mi rullava ancora.
Poi un giorno la vita mi ha messo sulla strada le ragazze del team GGDBologna e Francesca Sanzo.
Io e Francesca ci eravamo viste gia’ altre volte sempre a BarCamp o eventi piu’ o meno istituzionali, poi succede che un giorno, credo fosse Maggio, decidiamo di vederci al Pratello per un aperitivo.

[Dio salvi il Pratello!]

Tra uno spritz e un chiacchiera, spiego questa idea che avevo in testa a Francesca….e con o stupore Francesca capiva perfettamente quello che intendevo, perché, la stessa cosa succedeva anche a lei!
E poi succede che GGDBologna e’ cresciuta tantissimo fino a distornerò una associazione, a Bologna e’ arrivata un po’ di aria nuova, le istituzioni ci hanno teso alano interessandosi alle nostre iniziative. Poi un giorno ci contatta Tommaso Gavioli de Lo Stile Di Bologna per proporci di partecipare a Minganti Tech, un progetto di riqualificazione del centro commerciale Officine Minganti…e allora dopo più di un anno da quell’aperitivo al Pratello, Le Nuove Professioni delle Donne inizia a prendere forma.
Passo dopo passo abbiamo messo in condivisione i nostri contatti, un piano di comunicazione, chiesto il patrocinio delle istituzioni e chiamato donne da tutta Italia che fossero interessate a condividere le proprie esperienze….
I lavori sono partiti a Luglio e da allora al 15 Ottobre abbiamo lavorato senza sosta, senza orari…ma con un unico scopo: organizzare una giornata di confronto.
Abbiamo avuto tantissime risposte, più di quelle che ci aspettavamo, abbiamo avuto tantissime adesioni di partecipazione ai workshop.
E soprattutto, ci hanno scritto tantissime donne chiedendoci di portare il format in altre zone d’Italia.
E’ stata una giornata intensa e piene di contenuti, sinergie e scambi di professionalita’.
Abbiamo fatto rete, in modo reale, concreto ed efficace…
Vi lascio al racconto di Silvia Storelli che come sempre ci ha donato questo suo prezioso contributo.
Le Nuove Professioni Delle Donne
Questo l’articolo che ho scritto su l’Informazione di Bologna, diva abbiamo aperto anche un blog in cui raccoglieremo tutti i contenuti relativi alla giornata del 15 e racconteremo gli sviluppi futuri di
NPDonne, che vi assicuro saranno interessanti 😉

La mia prima volta su carta stampata

La mia prima volta su un quotidiano cartaceo grazie alla collaborazione del team GGDBologna con l’Informazione.La rubrica Net & the City ogni Martedì, racconterà la rete e la città di Bologna. Qui il mio primo articolo. Beh, devo dire che e’ emozionante trovarsi sul giornale con un proprio articolo e tanto di foto:)

20110720-003049.jpg

Conversation Agent & Me…towanda!

Mi capita poche volte di rimanere senza parole,di non avere nulla da aggiungere perchè è tutto chiaro, semplice e perchè mi trovo perfettamente d’accordo con quello che è stato appena detto.
Ieri sera mi è successo più volte di rimanere senza parole durante il mio scambio con Valeria Maltoni.
Incontrare persone come Valeria è un’esperienza unica, di arricchimento e di ampliamento di vedute di approfondimento e di altissimo confronto.

Valeria mi ha emozionato con quel suo modo sicuro e diretto che ha di parlare di cose complesse e per al semplicità con cui affronta gli argomenti, da cui traspare tutta la sua lunga esperienza negli States.

Le cose che ho imparato da Valeria ieri sera:

  1. Non c’è molta differenza fra uno e donna; la differenza  sta nel riconosicmento.
  2. Noi donne siamo sempre troppo insicure rispetto a ciò che sappiamo e tendiamo a porci in situazion di “forse”o “vorrei” “sto imparando” “mi sto facendo un’idea su…”. Dobbiamo essere sicure e lanciarci perché è facendo che si impara snon solo studiando delle teorie e pensando da sole.
  3. Il primo documento di ricerca scientifica open source lo dobbiamo ad una donna: Marie Curie
  4. L’influenza dipende dall’identità e dalla cultura di una persona e dai suoi obiettivi e dal contesto in cui essa agisce e soprattutto l’influenza è fatta dalla capacità di una persona di mettere in risalto i  propri contenuti in base ad un analisi del contesto in cui si posiziona. L’influenza è la rilevanza che ciascuno riesce ad esercitare in un determinato contesto. Per misurare l’influenza bisogna usare una combinazione di strumenti tra cui l’osservazione, la ricerca quantitativa e la ricerca qualitativa.
  5. La conversazione è il primo momento in cui negoziamo significato.
  6. Perchè Convesation Agent? Perchè la conversazione è un altissimo momento culturale e di scambio e Agent perchè dobbiamo promuoverla.
  7. I più avanti siamo noi consumatori, se le aziende vogliono fare business con noi devono adeguarsi!
  8. Quando rompi le regole, devi conoscerle le regole altrimenti rompi solo le scatole! 🙂
  9. Facebook pages are the new “Make the Logo Bigger
  10. At the end of the day …is about you!
  11. Una delle frasi più belle che le ho sentito pronunciare ieri?

    “Per creare un network, usavo i contenuti come gli Italiani usano il cibo; cercando di attirare persone sempre diverse..”

Persone come Valeria lasciano il segno ed è una fortuna incontrarle…

Conversation Agent&Me…towanda!

Mi capita poche volte di rimanere senza parole,di non avere nulla da aggiungere perchè è tutto chiaro, semplice e perchè mi trovo perfettamente d’accordo con quello che è stato appena detto.Ieri sera mi è successo più volte di rimanere senza parole durante il mio scambio con Valeria Maltoni.Incontrare persone come Valeria è un’esperienza unica, di arricchimento e di ampliamento di vedute di approfondimento e di altissimo confronto.

Valeria mi ha emozionato con quel suo modo sicuro e diretto che ha di parlare di cose complesse e per al semplicità con cui affronta gli argomenti, da cui traspare tutta la sua lunga esperienza negli States.

Le cose che ho imparato da Valeria ieri sera:

  1. Non c’è molta differenza fra uno e donna; la differenza  sta nel riconosicmento.
  2. Noi donne siamo sempre troppo insicure rispetto a ciò che sappiamo e tendiamo a porci in situazion di “forse”o “vorrei” “sto imparando” “mi sto facendo un’idea su…”. Dobbiamo essere sicure e lanciarci perché è facendo che si impara snon solo studiando delle teorie e pensando da sole.
  3. Il primo documento di ricerca scientifica open source lo dobbiamo ad una donna: Marie Curie
  4. L’influenza dipende dall’identità e dalla cultura di una persona e dai suoi obiettivi e dal contesto in cui essa agisce e soprattutto l’influenza è fatta dalla capacità di una persona di mettere in risalto i  propri contenuti in base ad un analisi del contesto in cui si posiziona. L’influenza è la rilevanza che ciascuno riesce ad esercitare in un determinato contesto. Per misurare l’influenza bisogna usare una combinazione di strumenti tra cui l’osservazione, la ricerca quantitativa e la ricerca qualitativa.
  5. La conversazione è il primo momento in cui negoziamo significato.
  6. Perchè Convesation Agent? Perchè la conversazione è un altissimo momento culturale e di scambio e Agent perchè dobbiamo promuoverla.
  7. I più avanti siamo noi consumatori, se le aziende vogliono fare business con noi devono adeguarsi!
  8. Quando rompi le regole, devi conoscerle le regole altrimenti rompi solo le scatole! 🙂
  9. Facebook pages are the new “Make the Logo Bigger
  10. At the end of the day …is about you!
  11. Una delle frasi più belle che le ho sentito pronunciare ieri?

    “Per creare un network, usavo i contenuti come gli Italiani usano il cibo; cercando di attirare persone sempre diverse..”

Persone come Valeria lasciano il segno ed è una fortuna incontrarle…