Archivio tag: Magistratura

Il popolo viola contro il bavaglio, iniziative in tutta Italia

Ricevo e condividoComunicato stampa – Il popolo viola contro il bavaglio, iniziative in tutta ItaliaIl Popolo Viola sarà in piazza Montecitorio domani alle ore 14 a Roma alla maratona oratoria con “Libertà è informazione partecipata” e le altre forze democratiche che aderiscono all’appello contro l’approvazione del Ddl sulle intercettazioni.

Il Popolo Viola condanna duramente il testo di riforma in materia di intercettazioni in discussione al Senato, tra gli obbiettivi del Ddl ostacolare le attività di indagine dei magistrati, il diritto di cronaca della stampa, la libertà degli editori e l’attività dei blogger e dei social network nel nostro Paese.

Il Popolo Viola con la fluidità che da sempre lo contraddistingue non solo sarà a Roma, ma registra l’adesione quasi unanime dei gruppi locali da cui è formato, tra questi Parma, Monza, Trieste, Napoli, Palermo, Genova, la Sardegna sarà in piazza Repubblica – davanti al palazzo di giustizia – a Cagliari, Il Popolo Viola Savona si imbavaglierà in piazza Sisto (Sv).Il Popolo Viola , con le sue realtà locali, ritiene prioritario sostenere la protesta contro l’ennesima legge ad uso di pochi che questo Governo vuole imporre in evidente prevaricazione dei diritti democratici nel nostro Paese.Delegazioni di gruppi viola provenienti da altre città come Il Popolo Viola Pistoia e Valdinievole e Il Popolo Viola Frosinone raggiungeranno Roma dalle prime ore di venerdì mattina.Segnaliamo una vasta partecipazione dei gruppi studenteschi viola, in molti casi già impegnati in assemblee e occupazioni i quali si imbavaglieranno interrompendo lezioni o assemblee in corso.Il popolo violaRoma, 20 maggio 2010

Il popolo viola contro il bavaglio, iniziative in tutta Italia

Ricevo e condivido

Comunicato stampa – Il popolo viola contro il bavaglio, iniziative in tutta Italia

Il Popolo Viola sarà in piazza Montecitorio domani alle ore 14 a Roma alla maratona oratoria con “Libertà è informazione partecipata” e le altre forze democratiche che aderiscono all’appello contro l’approvazione del Ddl sulle intercettazioni.

Il Popolo Viola condanna duramente il testo di riforma in materia di intercettazioni in discussione al Senato, tra gli obbiettivi del Ddl ostacolare le attività di indagine dei magistrati, il diritto di cronaca della stampa, la libertà degli editori e l’attività dei blogger e dei social network nel nostro Paese.

Il Popolo Viola con la fluidità che da sempre lo contraddistingue non solo sarà a Roma, ma registra l’adesione quasi unanime dei gruppi locali da cui è formato, tra questi Parma, Monza, Trieste, Napoli, Palermo, Genova, la Sardegna sarà in piazza Repubblica – davanti al palazzo di giustizia – a Cagliari, Il Popolo Viola Savona si imbavaglierà in piazza Sisto (Sv).

Il Popolo Viola , con le sue realtà locali, ritiene prioritario sostenere la protesta contro l’ennesima legge ad uso di pochi che questo Governo vuole imporre in evidente prevaricazione dei diritti democratici nel nostro Paese.

Delegazioni di gruppi viola provenienti da altre città come Il Popolo Viola Pistoia e Valdinievole e Il Popolo Viola Frosinone raggiungeranno Roma dalle prime ore di venerdì mattina.
Segnaliamo una vasta partecipazione dei gruppi studenteschi viola, in molti casi già impegnati in assemblee e occupazioni i quali si imbavaglieranno interrompendo lezioni o assemblee in corso.

Il popolo viola

Roma, 20 maggio 2010

I perché di mezzanotte

Prima di andare a dormire,dopo che sono giorni e giorni che assito inerme,un pò defilata a dei dibattiti indecenti,leggo notizie sui quotidiani che fanno rabbrividire,raccolgo le idee e  mi faccio un pò di domande e cerco di fare il punto.La prima cosa che mi viene da chiedermi è:1)Perché questa impellenza di  abbreviare il processo penale scandendo le fasi fondamentali allo svolgimento del processo, entro delle tempistiche di durata  inadeguata? Perché tutta questa fretta verso i giudici che nel caso in cui  non riescano ad incasellare  velocemente le fasi processuali entro i termini perentori stabiliti  da questa legge ,saranno responsabili decadenza del reato?Perché non si mira alla modifica della struttura giuridica Italiana prima di modificare il processo penale?!Basterebbe,come avviene in tutto il resto del mondo,il non luogo a procedere nei confronti di rei che risultano irreperibili.Lo sapete che l’Italia è l’unico paese in Europa in cui si fanno processi alle persone irreperibili?Quindi ci sono processi che vengono portati avanti senza che le parti o una delle parti del procedimento sappiano che c’è un processo in corso e pedente nei propri confronti?!Sapete che se questa pratica vetusta ed inutile venisse fatta decadere, ci libereremmo di circa 250.000 processi?Ci sono processi,quelli che il disegno di legge comprende,quelli che revedono pene inferiori ai 10 anni ,errore medico per esempio,che prevedono delle indagini che vanno aldi là dei 2 anni, i reati di falso,di truffa,prevedono delle ndsagini capillari che se dovessere oltrepassare il limite dei 2 anni, verrebbero a decadere.Poniamo il caso che un testimone chiave sia irreperibile,che per un qualsiasi tipo di impedimento: un teste chiave non possa essere interrogato su un caso di “malasanità” per esempio e poniamo che, mentre si attenda di poter chiudere la fase delle indagini, trascorrano 2 anni…PUFF!Il reato non sussiste più,non è più persegubile,quindi se qualcuno ha lasciato un bisturi nella vistra pancia o vi ha tagliato un braccio al posto dell’altro;oppure se ha corrotto un giudice per non essere processato,beh,pazienza,il reo non è più perseguibile.E si, proprio così.  Così giusto e ganzo pare  tutto questo che, sia che gli esponenti del Governo,sia i media di governo, si mobilitano per far di tutto perché l’informazione passi e arrivi alle orecchie delle persone come“Una esigenza di adeguamento ai canoni Europei“,avolte,come “Una persecuzione dei Giudici comunisti nei confronti del premier”,altre volte come “Un atto dovuto perchè in Italia ci possa ancora essere una unità politca in grado di mandare avanti il paese”.E qui mi chiedo io “Ma da cosa dobbiamo difendere Berlusconi?Ma è davvero così necessario che resti alla guida del paese a tutti costi?E’ adeguato modificare le leggi dello stato per consentire ad un imprenditore di Arcore di governare l’Italia?Sembra a voi normale,legittimo e onesto,modificare le leggi dello Stato per far si che il Premier di un pase possa eludere le leggi dello stesso Stato che egli stesso governa?”Mi sembra di stare al circo e di aver fatto qualche volo di troppo dal trapezio…2)A chi fa comodo far fuori un trans,il suo pappone e convincere tutti che si tratti di un incidente?Come si fa a credere che si tratti di un incidente se il pc dellavittima è stato rinvenuto nel lavandino immerso nell’ acqua e  suoi  cellulari sono scomparsi?Siamo davvero tutti rincoglioniti?!Pare di si.Intanto la povera Brenda ci ha lasciato la pelle e di questo pare importare poco a tutti.L’unica cosa che sembra interessare è il fatto che si tratti di una transessuale e che quindi c’è bisogno di controllo nei quartieri.Subito si è costituito un comitato di quartiere per la salvaguardia del decoro.Perchè, dice una giornalista di radio 2, “I trans in questo quartiere si vedono anche fare la spesa al supermercato di giorno..eppure non hanno mai mostrato di essere pericolosi nei confronti  degli altri cittadini”Comesestesse parlando di belve feroci o di alieni.3)Perchè se Gianfranco Fini dice la parola “stronzo” non si parla d’altro in Italia e tutto quello che stava intorno a quella parola:il contesto della frase,non  viene minimamente considerato.4)E’normale vendere l’acqua “pubblica”ai privati e sotenere che l’acqua sarà sempre del popolo”!5)In un paese civile, è normale che  vengano tagliati i fondi alla banda larga perchè tanto internet non è una esigenza primaria.6)La pausa pranzo è davvero il male della produttività dei lavoratori?E’ meglio avere delle persone che lavorano 8 ore di fila e poi se ne vadano a casa ognuno per i fatti propri. Produci,consuma, crepa!Penso un pò tutte queste cose e mi chiedo se non sia il caso di abbandonare la barca prima che affondi

Magistrati? No tori da prendere per le corna!

“Io sono per un riforma costitutzionale.Voglio prendere il toro per le corna e fare una riforma istituzionale che faccia del nostro paese un paese libero e non soggetta al potere di un organo istituzionale non legittimato dal popolo!”(Eggià perchè adesso che le istiutuzioni vengono meno si punta al consenso del popolo!)Questo è il dictat delle utlime ore.Cosa vuol dire prendere il toro per le corna?

Vuol dire che la magistratura deve essere assoggettata al potere esecutivo?

No, assolutamente rassicura il capo del Governo.La riforma costituzionale, che Berlusconi si prefigge di portare avanti anche da solo, (tanto poi ci penserà il popolo a legittimarlo!) ha come punto centrale la separazione delle carriere dei Magistrati.Che vuol dire?

Che le carriere dei magistrati della difesa e i magistrati dell’accusa saranno separate e difficilmente intercambiabili.

Perchè?Perche avendo due “caste” separate di magistrati ed individuando quella più “interessante” sarà più facile controllarne una?E per riscuotere consenso dal popolo cosa si fa?Si iniziano a screditare i magistrati, ovviamente quelli che sono scomodi.

E si assite alle vergognose iniziative di pedinamento di un magistrato.

(guarda caso Mesiano quello che si espresso contro Berlusconi in occasione del Lodo Mondadori!)

“Ecco l’ennesima sigaretta!” (come se fumare tante sigarette fosse un reato al pari di peculato e sfruttamento della prostituzione!)“Eccolo in giro per Milano che sveste la toghe e si cala nei panni di un cittadino qualunque.Certo qualunque mica tanto, alle sue stravaganze siamo da tempo abituati!”

E si, perchè in un paese libero i cittadini possono essere spiati e giudicati per i vestiti che indossano, per le proprie abitudini personali…Questo è il paese libero cui punta Berluscono (che non accetta Bacchettate dal CSM ovvio!)Si punta al controllo totale del paese e all’assalto delle coscienze e quello che è più vergognoso è che questo stia accadendo proprio mentre il paese è in ginocchio per “un sacco di buoni motivi” .

La penisola che non c’è:Latest News

*tRilly*Eccoci con un pò di ritardo con gli ultimi updates dalla Penisola Che Non C’è.E’ passato un pò di tempo ma di cose ne sono successe un sacco. Eravamo rimasti a Silvio e Benedetto che si erano scambiati regali e coccole quindi avevano amorevolmente risolto tutti i loro screzi.Silvio però è un cuore inquieto e ha trovato subito da fare. Pare infatti che nelle Penisola che non c’è sia approdata una nuova tribù: la terribile tribù delle Toghe Rosse a cui proprio non va giù che Silvio sia stato eletto capo classe. Questi indigeni della tribù delle Toghe Rosse pare siano arrivati nella Penisola Che Non C’è per nuocere a Silvietto, al fine di metterlo in cattiva luce con tutti i bambini perduti,fare vacillare la sua carica di capoclasse;far si che tutti si arrabbino con lui per marachelle che giammai lui ha commesso e che se anche avesse commesso sono talmente futili che possono davvero passare inosservate senza che nessuno ci faccia troppo caso e mettere in forse l’esito della recita di fine anno.Ma Silvietto è sempre stato un ragazzetto così bravo e compito….perchè ostinarasi a volerlo mettere in cattiva luce?Cosa vuole qiesta perfida tribù delle Toghe Rosse?!Che disperazione povero SIlvio! pensate che uno delle Toghe Rosse è riuscito anche a farsi mettere in giuria per la recita di fine anno. Silvio non ha dubbi: si tratta di un complotto.the court reserves....The evidence is Tony's copy of the letter of demand made to the Toy Factory owner.Quelli delle Toghe Rosse sono tutti uniti contro di lui: vogliono bocciarlo alla recita di fine anno, tacciarlo di essere un cattivo attore in modo che per lui le porte dell’alta accademia di recitazione siano chiuse per sempre in modo tale che nessuno lo rieleggerà mai più capoclasse.Eppure Silvio non vuole rinunciare a fare l’attore,ma come fare?La soluzione pare prospettarsi così: o si va in scena e si chiede alla maestra di escludera la signora della Tribù delle Toghe rosse dalla giuria della recita; oppure eliminare la recita di fine anno e promuovere tutti: Silvio e suoi compagni di classe a pieni voti e non ci si pensa più.Le soluzioni,però, non sono sempre così facili: ci sono un sacco di bimbi che aspettano da anni per potersi finalmente esibire nella recirta di fine anno e a loro non importa che il giudizio di questi nuovi ospiti della Penisola che non c’è…Uffa è proprio un pasticcio questo qui.E pensare che se questa tribù delleToghe Rosse fosse rimasta dov’era…il problema non esisterebbe, in fondo sarebbe più giusto per tutti i bambini perduti se a giudicarli fossereo i proprio amici comprensivi e gentili piuttosto che questi stranieri venuti dal paese rosso….Beh insomma è tutto un parapiglio. I bambini quelli che vogliono recitare sono arrabbiati con Silvio perchè questa sua soluzione gli bloccherebbe le recite di tutti, le Toghe Rosse soi sono offese perchè Silvio pensa male di loro e li ha pubblicamente accusate di essere intensionati al peggio, e le maestre non sono tutte d’accordo perchè pensano che proprio perchè lui è il più bravo non dovrebbe temere nessuna giuria.Ma Silvio non ci sta batte i piedi e strepita: le Toghe Rosse sono arrivate da lontano per incastrarlo perchè sono gelosi perchè lui è il bambino più bravo, pensate che addirittura si sono messi ad ascoltare le telefonate che Silvio fa ai bambini perduti e alle sue amichette di classe.Ecco un altro complotto nei confronti di SIlvio,ma possibile che tutti nella Penisola che non c’è ce l’abbiano su con lui povero Silvietto?E allora che fare? Proporre alle maestre che la regola che in classe non si scambino bigliettini e che è giusto ascoltare le conversazioni dei bambini da parte dei genitori quando si pensi che i bimbi abbiano bisogno di essere seguiti venga meno?!Basta stare sempre lì con l’orecchio teso per vedere se qualcuno cade in fallo...tanto qui nella Penisola che non cè siamo tutti bravi bimbi e pieni di buone intenzioni: basta compagni spioni e giudici cattivi.Del resto Silvio è il capoclasse è stato eleltto dai suoi compagni ed è inutile stare sempre a provare di metterlo in cattiva luce con la maestra: quando uno è bravo è bravo E QUANDO è IL CAPO è IL CAPO E NESSUNO PUò METTERLO IN DISCUSSIONE…O!!!E intanto nella scuola i bambini arrabiatissimi con Silvio preparano striscioni e proteste in cortile. Loro la recita di fine anno la vogliono fare!!! E Silvio deve capoire che sollo perchè è il capo classe non è il proprietario della scuola e della Penisola Che Non C’è.Ma ecco forse il problema bambini è proprio questo: la Penisola non c’è...perchè, in fondo se ci fosse, i bambini capoclasse non dovrebbero temere nessuno e dovrebbero essere i più sobri e i più attenti che le regole vengano rispettate…siamo sicuri che sia stao un bene eleggere Silvio capoclasse?Sembra in fondo che appena gli si chiede di affrontare delle responsabilità in un territorio che non sia un non territorio…faccia di tutto per scappare via o cambiare le regole del gioco…E ogni volta che perde a nascondino…Silvio non accetta mai di aver perso…incolpa sempre gli altri di aver barato…Se la Penisola ci fosse tutti i bambini perduti ritroverebberose stessi e i proprio pensieri felici; invece ormai da troppo tempo i bambini perduti sono addormentati.E’ come se una strega cattiva sia arrivata da lontano e che un incatesimo abbia spento le coscienze e i sogni di tutti: anche di quelli più brillanti.Trilly è stanca e acciaccata,non vola più. Maghi,e saltmbanchi sono in cassa integrazione. Gli elfi tirano a campare come possono e stringono la cinghia per portare le Fatine in vacanza x una settimana.Tutti noi bambini perduti ci rifugiamo nei vecchi film di Dino Risi ci nascondiamo dietro l’immagine delle cartoline sbiadite in vendita sui banchi x i turisti, raffiguranti una Penisola che non c’è più.Vacanze Romane