Archivio tag: Maltempo

Portate panini e coperte!

Neve,è solo neve.Nevica solitamente tutti gli inverni, in tutti i paesi d’Europa (o quasi).In Italia nevica molto da venerdì scorso, le previsioni erano chiare da tempo: si diceva da un pò “La prossima settimana nevica!”.Eppure non è che ci sono 6 metri di neve no, c’è del ghiaccio e della neve in media stagionale.E cosa succede?

Treni bloccati, l’A1 chiusa,strade chiuse,città nel CAOS!

La risposta ufficiale di uno dei resposnabili di Trenitalia è

“Portate coperte e panini!”

che equivale a

“State a casa,non siamo in grado di affrontare l’emergenza neve!”.

Siamo nel 2009 quasi 2010 eppure i mezzi strategici dispiegati per sopperire ad una emegenza “maltempo” sono:

  1. Coperte
  2. Panini
  3. Sale Grosso!

La Calabria Sprofonda

Cimitero Fagnano Castello

Cimitero Fagnano Castello

La Calabria sprofonda e ingoia tutto quello che c’è da ingoiare.In particolare nella foto il cimitero di Fagnano Castello dove è seppellita mia nonna e tante altre persone che hanno popolato la mia infanzia.Il cimitero sta scivolando giù e con esso bare e cappelle.I collegamenti sono interrotti, per andare dall’areoposrto di Lamezia Terme a Cosenza ci vogliono 5 ore di tragitto di slalom fra una deviazione ed un’altra passando dal mare ai monti con una dimestichezza che agli abitanti di questi posti è usanza, ahimè avvezza.Anni e anni di condoni edilizi avallati da una classe politica corrotta, anni e anni di speculazione edilizia,costruzioni basate sulla sabbia, montagne sventrate senza criterio,strade costruite su cumuli di immondizia,coste debellate per far posto alla villa del politico di turno.Questo la Calabria sta rigettando, a modo suo,come può.Questo è l’ennesimo disagio che la gente di Calabria deve subire, ingoiare e digerire.Non è colpa del mal tempo,non nascondiamoci dientro a un dito.E’ colpa di un governo corrotto,una classe politica ladra e di un lassismo che è tipico del fare del sud.“Lassa stà!” questo è l’adagio che più di frequente si sente andando a Sud che si respira in tutto ciò che è “cosa pubblica”.E’ sempre stato così,da quando ero bambina, i Calabresi trattano la Calabria come se non fosse la loro terra,la mortificano e la devastano come se poi a viverci dovesse essere qualcun’altro venuto da lontano.