Archivi categoria: advertising

Questione di Reputation?

A parte le persone che ho incontrato,le belle chiacchiere che ho scambiato e la bella location posto e ovvio le Girls,quello che mi è piaciuto della GGD7 Milanese di venerdì scorso è stato il dibattito che si è innescato.Alla conclusione delle presentazioni tenute dalle speaker (il tema della serata verteva sul Search Engine Marketing) si è parlato di come gestire la salavguardia di un brand nel caso in cui si verifichino delle crititcità: es. scoppia “il caso” e un pò di gente inizia a parlare male del brand nei lughi di scambio on line.Qui l’auditorio si è diviso: da una parte chi sostiene di sfruttare le potenzialità del web per trasformarle in opportunità da cogliere; ergo approfittare delle tecniche SEO,( produzione si contenuti search engine compliant ovvero di contenuti resi ricercabili  dagli spider di google) per far balzare in testa ai risultati di google i risultati positivi.Altri (Massarotto ndr)sostengono che agire così, a parte inquinare la trasparenza dei canali UGM (user generated media), produrrebbe risultati positivi solo nell’immediato,ma che prima o poi fanno acqua…ed è vero!Una delle speaker (Bertoli ndr) interviene dicendo “Se l’azienda interviene subito la criticità sbollisce più rapidamente…” (parole sante!!) come lei stessa ha detto “Anche il silenzio comunica”.Io ero presa a fotografare,ma sarei intervenuta volentieri, perchè è proprio di questo che ultimamente mi trovo a parlare con colleghi e “cugini” di altre agenzie.Essendo venerdì sera ed essendo ad una GGD (che comunque è sempre un’occasione easy per fare delle chiacchiere) non abbiamo poi approfondito,ma mi sarebbe piaciuto continuare la discussione.Tuttavia dentro di me una vocina ha acceso una riflessione che faccio spesso.Ovvero: “Cosa si prova a stare dall’altra parte?”.Credo che sia capitato a tutti e ne ho già discusso in alcuni post.Per esempio se da utente-user-content generator (e come dir si voglia) ci si  trova a passare dalla parte di utente-user-strategic  planner che lavora nella comunicazione digitale,cosa succede?Come ci si comporta?Come si gestisce una situazione del genere, da utente-operatore del web, quando un cliente chiede di tamponare una criticità insorta a proprio carico?E’ un pò come tirarsi delle freccette allo specchio?!Questo è il nocciolo della questione.La risposta credo che stia nel gestire la criticità in modo corretto e secondo la propria eticità,ma se tutto ciò non fosse possibile?Se un giorno vi trovaste a non poter scegliere?Io ci ho pensato e mi è venuto “male”.Mi è per un attimo venuto su lo stesso sentimento di angoscia che provai quando durante il tirocinio legale (anni luce fa ormai) mi trovavo a difendere 8tramite l’avvocato dello studio) dei rei.“Ognuno ha diritto ad un difesa”mi si diceva!” Finchè non c’è una sentenza,vige il principio di non colpevolezza!” ma col cacchio…io mi sentivo rimordere il fegato al pensiero.Poi arrivava la sera  e a casa mi rifugiavo nel web,nel metaverso ad esplorare mondi incontaminati,progettare cose nuove e imparare tante cose che nessuno conosceva…E allora?E allora il discorso,come dicevo in incipit, è lungo e complesso…e la soluzione non credo ci sia; o meglio sta nella integrità e coscienza di ciascuno.Si cresce,si cambia e i nodi vengono sempre al pettine.E adesso devo rituffarmi in un progetto per un cliente…ma mi farei volentieri un giro nel vecchio, caro e nostaligico Second Life…Nostalgico come me oggi.Mah… forse solo la primavera che arriva 🙂Lalinda

In Principio erano Social Network

Oggi l’esercito Israeliano li usa per diffondere le notizie degli attacchi contro Hamas e le aziende distribuiscono lattine agli utenti.Sono nati per avvicinare gli individui,intrecciare contatti e relazioni fra persone lontane o che si fosseroperse di vista.Il fenomeno Punk di myspace che si pone come baluardo del “do yourself”esercita un’attrazioneinimmaginata dai fondatori, per milioni di utenti.myspacehomeNon servono intermediari di nessun tipo: tutto è possibile su myspace.Aprire un mini sito online, una propria vetrina, gestire la propria immagine e la propria comunicazione diventa possibile per chiunque, promuovere la propria musica,il proprio libro.Il fenomeno myspace si caratterizza quasi immediatamente come canale per giovani artisti in cerca di contatti e agenzie di booking in cerca di buon materiale da piazzare in giro.A tutt’oggi myspace per quanto, metta in cantiere strumenti per attirare utenza eterogenea, resta un canale destinato ad artisti e imprenditori in erba.Il fenomeno Facebook nasce per mettere in contatto compagni di college, si contrappone a myspace in quanto più people oriented: devi essere un nome e un cognome reale per avere un tuo profilo e devi davvero conoscere delle persone con cui intrecciare i rapporti.facebookhomepageMolto bello,finché dura.Ben presto Facebook apre le porte alle aziende,quelle serie, e diventa la piattaforma social dei grossi brand.Facebook è ad oggi in grado di offrire alle aziende un ventaglio di strumenti dedicati all’ADV in grado di mettere direttamente in contatto i propri user e i provider che ospita.Tanto che il “Signor Facebook”sente di dover delle scuse ufficiali agli utenti per la troppa pubblicità,ma subito dopo lancia Give Real e rende possibile fare sampling on line.Vi starete chiedendo che fine hanno fatto You Tube e Twitter?!!!L’esercito Israeliano ne ha fatto i propri strumenti di comunicazione per notiziare in tempo reale le news degli attacchi contro Hamas.In 140 caratteri vengono rilasciati Updates riguradnti gli attacchi portati a segno sulla striscia di Gaza e sul canale youtube dedicato ci sono le mappe precise degli attacchi aerei.Che con Obama si apra l’era della Social War?Dopo “guerra di bande” potrebbe essere il nuovo tormentone su Facebook!!!idfnadesk

Il Sindaco Versione Rave,Summer o Basic?

Una foto di una delle  versione Rave(?!) con un'attivista del collettivo.

Un altro tiro portato a segno per il collettivo Ronde Hansy -Lumen da tempo impegnato nella campagna che prende di mira il Sindaco di Bologna Sergio Cofferati.La campagna  mira a contestare le varie assenze del sindaco in occasione di eventi cittadini.Una delle tante quella della scorsa settimana in occasione di un incontro con il Sindaco di Verona alla festa de l’Unità che è valsa un comizio della Lega Nord  alla Storica  Festa del PD.Cofferati si era assentato a causa dell’acquazzone.Gli attivisti del carroccio sono stati allontanati dai volontari del partito.Geniale la provocazione del collettivo Ronde Hansy-Lumen che riporduce le sagome del sindaco adatte ad ogni occasione. Il sindaco Versione Rave il cui volantino recita:“A grande richiesta l cartonato fresco e estivo adatto a tutte le situazioni outdoor,party,cocktail party, feste i piscina o per fare un figurone in spiaggia non dimenticare il tuo Sinaco a casa per le vacanze!!!Porta con te la versione Rave.E’ il Sindaco di tendenza orogettatto per la trasgressione e l’eccentricità! La sua barba fluo s’illumina in presenza di luci wood!Ma non è tutto …inatti attraverso un sofisticato meccaniscmo, s eesposto alle luci stroboscopiche, è in grado di simulare ua crisi epilettica e schiumare!”E’ disponibile anche una versione Basic e una versione SummerI volantini  pare siano stati sequestrati in rete si trova poca roba…Le sagome esposte ai Giardini del Guasto (via del Guasto Bologna)

Non tutti i Bossi Vengono x Nuocere

http://www.ryanair.com/site/IT/Geniale Iniziativa della popolarissima (per prezzi e per fama) compagnia Ryan Air.Quando si dice: Fare di Necessità Virtù!Visto che unico problema in Italia ultimamante sembra essere il Dito medio di Umberto Bossi, visto che se ne deve parlare per forza…almeno che da tanto tedio si tragga vantaggio!Diamo lo scempio in mano ai creativi.Facciamo raccolta indifferenziata di porcherie e vergogne nazionali e traiamone vincenti campagne pomozionali. Come dire: “Dai diamanti non nasce nulla, dal letame possono nascere fiori!”.Bravi!!!