Consigli Legali per Start-uppers

brai_stoming_longe

Qualche tempo fa ho partecipato a Brain Storming Lounge per la prima volta. Argomento dell’incontro era “Questioni legali e Start-up”

Ecco alcuni  consigli che ho appuntato e che sono pronta  a condividere.

WARNING questi sono solo gli appunti che ho trascritto durante l’incontro, chi scrive, pur avendo una laurea in Giurisprudenza, non possiede le competenze tecnico-giuridiche necessarie, per dipanare dubbi o approfondire in maniera più tecniche gli argomenti che seguiranno.

 

Valutazione Pre Money – Post Money

 

Per prima cosa occorre fare una valutazione della vostra idea in termini di pre money e post money, che vuol dire?

Vuol dire che dovrete stimare quanto vale la vostra idea allo stato attuale, quindi prima di ricevere un finanziamento e dopo il finanziamento; ovvero quanto varrà in futuro, dopo che avrete investito il capitale che uno o più Venture Capitalist avranno finanziato.

Questo è un passaggio fondamentale per capire:

  • Di che tipo di investimento avete bisogno?
  • Che risultati potete aspettarvi a fronte di un investimento?.

Alla domanda

“Quanto capitale è sufficiente per avviare un’azienda?”

Gli esperti in sala rispondono unanimi “almeno 120k” (uomo avvisato…)

 

Liquidation Preferences

Molto importanti,ma molto sottovalutate, specie dai neo imprenditori alle prime armi, sono le Liquidation Preference: clausole di liquidabilità della società e le cui condizioni si applicano nel caso di uscita di uno dei soci dalla società.

Questi aspetti, che a detta degli esperti,sono quelli per cui si litiga, sono da valutare e regolamentare bene attraverso le liquidation preferences.

 

Clausole Anti Diluizione

Altre condizioni molto importanti sono regolate dalle clausole anti diluizione che consentono di preservare il valore delle azioni della società. Queste clausole tutelano l’investimento dei soci, sia in caso di diminuzione, sia in caso di incremento del capitale. Anche un grosso investimento di un esterno, infatti, può causare la diminuzione del valore delle azioni dei soci. Se inserirete, nel patto societario queste clausole, sarete più tutelati e forse eviterete di litigare con i vostri soci.
Che non è male, no?

NB. Le Clausole anti diluizione e le Liquidation Prefernces si inseriscono nei patti para sociali

 

Modelli societari

La normativa attuale ha mutato la regolamentazione sia in termini di SPA che di SRL. In particolare l’SRL che in passato era un pò vista come la “sorellina povera” della SPA, ultimamente, ha assunto un carattere e una sua consitenza molto più impattante, risultando la soluzione più adattata dai neo-imprenditori.

La legge Passera Bis, infatti,ha assegnato grosse potenzialità al modello di SRL

Attualmente per esempio è possibile in una SRL, creare differenti categorie di azioni che possono aiutarvi a regolamentare il patto fra i soci, es. si possono creare quote societarie / azioni che non abbiano possibilità di voto in consiglio che prima erano previste solo per le SPA. Bisogna improntare lo statuto in modo che possano entrare dei terzi in società , si possono creare quote con limitazione di diritto di voto, con voto a scalare

 

Venture Capitalist

Warning: I Venture Capitalist possono inserire clausole che non consentono il rifinziamento dell’azienda o bloccare un finanziamento esterno: un VC cercherà sempre di investire egli stesso nella impresa, potrebbe quindi ostacolare l’investimento di altri imprenditori.
Bisogna quindi, passato il momento di euforia, per il finanziamento ricevuto, farsi seguire da un professionista per negoziare le clausole che governano il vostro rapporto con il VC e la sua ingerenza nella società. Il VC cercherà sempre di rifinanziare e di limitare la possibilità di chiedere finanziamenti ad altri perché cercheranno sempre di investire per acquisire controllo della società per questo bisogna cercare più VC e non solo uno.

Consigli degli esperti in merito?

L’unico modo per negoziare il VC è che ce ne siano due: se c’è solo un investitore difficilemtne riuscirete a non si riesce a governare l’azienda

Rivolgetevi a VC professionisti che abbiano l’esperienza per supportarvi e guidarvi nella vostra esperienza di impresa.

 Gli investitori

Chi investe solitamente decide come sarà costituita la società e le cariche
Assemblea ordinaria e straordinaria cosa decidono?
State quindi molto attenti a stabilire nello statuto chi fa che cosa, qual’è il focus della vostra azienda, quali sono le cariche e quali sono in ruoli e le limitazioni da attribuire ad esso?

 

SRL da 1 euro?

E’ un modello di impresa a statuto prestampato non modificabile,dall’ossatura molto asciutta, per i primi 4 anni non può per legge distribuire gli utili fra i soci. Lo statuto non è modificabile, ma in questa fase è possibile  effettuare il mutamento dei requisiti passando da srl  semplificata a modello standard. Attualmente la stipula delle SRL da 1 € è bloccata perché è stato eliminato il limite di etá per i costituendi (35 anni) ma a questa modifica non è stata adeguata tutta la normativa vigente che le regola.

SRL Start-up Innovativa

È un nuovo modello di srl che deve possedere determinati requisiti ad esempio non derivare da fusione, scissione o gemmazione di altre imprese. Tutti i requistiti della Start-up tecnologica sono citati all’art 25 del decreto passera.

Per valutare se la vostra azienda risponde ai requisiti richiesti dal modello Start-up innovativa, non confidate esclusivamente nella vidimazione notarile ( non è detto che il notaio sia esperto di nuove tecnologie), affidatevi ad un esperto- tecnico.

.
Una volta costituita la vostra start-up innovativa, potete presentare domanda direttamente all’ente competente (camera di commercio/ agenzia delle entrate) e sperare che la domanda vanga liquidata velocemente.
Spero di esserci stata utile 🙂
Buon lavoro e in bocca la lupo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *