Il valore dell’artigianato

calzolaio

 

E’ da un po’ che cercavo un calzolaio a Bologna: il mio da via Saffi è andato a vivere con famiglia a Formia.

Siamo rimasti senza calzolaio nel quartiere: come tutti sapete, ormai gli artigiani non ci sono più.

Da quando O-one si è trasferita in via Milazzo, ho visto che in via Fratelli Rosselli c’è la bottega di un calzolaio e qualche giorno fa sono entrata.

Quando entri nella bottega di un artigiano, il tempo si ferma e tutto il mondo fuori scompare. Entri in una dimensione sospesa, il tempo è relativo e quando esci, ti sembra di esser stato via per un po’.

Lui, il calzolaio, è siciliano e vive a Bologna da 40 anni.

Lo sapevo io che via Fratelli Rosselli era la via degli artigiani di Bologna?

No, non lo sapevo.

C’è la sartoria di fronte anch’essa da un bel po’ di anni. Dove adesso c’è un ambulatorio dove “fanno tette e facce” prima c’era il centro di assistenza dei televisori Mivar e più avanti c’era la bottega di un restauratore. Poi c’è il tappezziere,ma prima c’era anche  un altro tappezziere anche bravo che però ha chiuso… pian piano le botteghe chiudono che nessuno vuole fare questi mestieri qui. Lui c’è da 40 anni, non si è mai spostato.

Lo sapevo io che i veri calzolai lavorano poggiando tutto sulle gambe e non sul ripiano?

No, non lo sapevo e non ci avevo mai pensato.

Il calzolaio mi parla con calma e senza fretta, lentamente risuola delle scarpe da donna, prende i chiodi, se li mette fra le labbra, prende il martello, taglia la gomma della suola con le forbici, applica la colla…e continua il suo racconto.

Quelle scarpe lì sono della moglie del magnifico rettore, quello morto qualche settimana fa…uh, non sapevo che fosse morto 🙁

Ha una casa in Sicilia, ma non ci va mai, perché alla fine quando uno è vecchio, deve stare vicino ai figli e i suoi figli sono qui, li vede tutti i giorni, eh la casa a Taormina, ci vanno in vacanza i suoi figli…lui sta qui che conosce tutti ormai.

Devo lasciare un anticipo per il lavoro?

No, ho una faccia simpatica e si fida 🙂

Allora io vado: vado a lavorare anch’ io…

Esco e mi sembra di essere stata via per un bel po’…in un posto lontano.

 

 

 

2 pensieri su “Il valore dell’artigianato

  1. Linda Serra Autore articolo

    Si era anche giovane, ammiravo un sacco la sua scelta.
    Mia madre andava a trovarlo sempre si sedeva lì e faceva delle gran chiacchiere con lui 🙂
    Speriamo stia bene a Formia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *