Archivi tag: Gianluca Diegoli

Bologna: ritorno al futuro!

Il 17 Giugno scorso ho avuto l’onore e il piacere di partecipare come “ospite” al convegno Idee in Circolo organizzato dalla Regione Emilia Romagna con la collaborazione di TagboLab Sono stata invitata a prendere parte, in qualità di fondatrice di Girl Geek Dinners Bologna, alla tavola Rotonda dedicata alle on-line Community dell’Emilia Romagna.

Con me, allo stesso tavolo sedevano: Panzallaria per Donne Pensanti, Alessandra Farabegoli per Romagna Business Club, Matteo Fantuzzi per Know Camp, Roberto Ciacci per Bologna In, Giovanni Arata per Turismo Emilia Romagna, Anna Piacentini di Modena In e Marianna Roscelli di Creative Clusters; il tutto moderato da Gianluca Diegoli aka [mini]marketing.

Un panel piacevolissimo e divertente: eravamo tutti li’ a raccontarci e a raccontare di come sono nate le nostre community, di come ci ricolleghiamo al territorio e di cosa ci aspettiamo dalle istituzioni. La platea attenta ha partecipato attivamente  tramite twitter e domande dirette. Le cose più interessanti che ho sentito sono state le proposte relative alla domanda “Se fossi la PA, cosa faresti”, sono scaturiti spunti e proposte di accessibilità e trasparenza e buoni propositi. Al nostro panel è seguito il panel della PA con Leda Guidi e giovani esponenti della Regione, del Comune. Interessante sorprendente interloquire con la PA attraverso tweet e retweet: è successo più di una volta che i miei tweed fossero ripresi e girati come spunto di discussione. Sorprendente e di ispirazione. Eventi come questo lasciano intravedere un futuro prossimo carico di innovazione e eccellenze. Al convegno è seguito l’aperitivo di networking organizzato da GGDBologna: nuovi spunti, approfondimenti e nuovi progetti… La mia giornata di Networking si è conclusa con l’abbraccio ai Green Geek in missione Wi Fi tour Bologna,  in Piazza Nettuno , una testimonianza gioiosa che trasmette la carica emotiva della giornata.Che giornata Bologna, quante cose insieme, quante ne abbiamo viste e fatte, un città pazzesca, chi non ti vive non può capire.I Heart Bologna.

A Bologna la Prima Conferenza dei Sindaci di Foursquare

Oggi partecipero’ alla prima conferenza italiana dei sindaci di foursquare.Detta così, ci si potrebbe immaginare una banda di invasati che, con fascia tricolore in petto, si danno appuntamento in un sabato torrido di Luglio :).

About Foursquare

In realtà foursquare è un nuovo social network che basandosi sulle dinamiche della geolocalizzazione della rete, mira a mappare il territorio locale per renderlo “sonoro”.Agire attivamente in foursquare equivale a segnalare i posti che ciascuno frequenta per abitudine o in cui si imbatte per caso: facendo il check-in in un posto si comunica di esservi in quel momento, si “marca presenza” per dirla in parole povere, e si accede alla possibilità di lasciare delle review,dei tips visibili a chi visiterà il posto dopo di noi e che potranno influenzarne la scelta ( se si tratta di un esercizio commerciale)o l’ experience se si tratta di luogo pubblico, di un evento.Tutto questo attiva più meccanismi:il primo è relativo alla piattaforma che premia l’assiduità della frequentazione con il titolo di major (sindaco) del posto quindi il “superuser” che viene premiato spesso con premi reali: un pò come le tessere fedeltà: “al 10° gelato ne riceverai uno in omaggio!” il meccanismo e’ il medesimo.L’altro meccanismo è relativo alle opportunità di marketing rivolte ai gestori, che segnalando il proprio esercizio sulla piattaforma, possono scegliere di inserire promozioni “special here” per gli utenti di foursquare.Nasce quindi una nuovo bacino di investimento volto alla premiazione dell’utente: chi più coccola i propri clienti più vende, più spinge il cliente a partecipare al meccanismo di business…e via dicendo.Un aspetto interessante è quello innescato dalla instant review: il cliente che ha una impressione positiva o negativa ha uno strumento immediato per condividere le proprie impressioni…E quindi qui scatta il tanto discusso social CRM che diviene sempre più efficae ed impellente anche per i brand più restii. 🙂

La condivisione delle esperienze

Quello che mi affascina della geolocalizzazione in generale e delle piattaforme come foursquare e’ la scoperta e la condivisione delle esperienze: un patrimonio vastissimo a portata di mano.Pensate banalmente a chi viaggia spesso per piacere o per lavoro… riflettete sul vantaggio di potersi avvalere di una mappa user generated di consigli e suggerimenti rispetto a dove bere una birra o dove mangiare un buon piatto a poco,incontrare qualcunoperuna chiacchiera…

La Privacy

Aspetto dolente è invece quello della privacy…posto che,ilconcetto di privacy nell’epoca dello sharing non e’ più quello di un tempo, come si affanna ad affermare Mark Zuckerberg da tempo; tuttavia non si possono ignorare le problematiche relative all’essere continuamente rintraccaibili su una mappa pubblica.Banalmente, per quanto mi riguarda,basta non collegare il proprio profilo di 4square al proprio profilo twitter e facebook, filtrare i contatti e giocare un po’ con le timeline di check-in e check-out 😉

#4sqConf

Di tutto questo e di molto altro parleremo oggi alla prima foursquare conference Italiana.L’appuntamento è oggi dalle 2pm alle 8pm presso lo spazio Frassinago 18.Qui il programma e i dettagli dell’ incontro.Gli iterventi previsti sono questi:* Luca Conti “Foursquare e la privacy”* Gianluca Diegoli “Come raggiungiamo la massa critica”* Edoardo Piccolotto “Gowalla ed il Processo di Branding”* Marco Ziero “I lati deboli di Foursquare”* David Casalini “Geo localizzazione: Casi d’uso, modelli di business e strumenti”* Stefano Mizzella ”L’integrazione di Foursquare in un processo esteso di Social CRM”.