Archivi tag: Global Warming

Lentezza

Non dormivo 13 ore da tanto.Il sole fuori è acora caldo. Annaffio le piante,faccio un caffè…il telefono squilla continuamente.Credo che questa giornata sarà morbida e senza troppi impegni. Leggo i giornali on line,e apprendo che Bono Vox è stata pizzicato con 2 19enni a Sant Tropez..beh vabbè,dopotutto anche Bono vorrà togliersi i suoi sfizi ogni tanto, questo non credo faccia di lui un uomo peggiore.Bill Clinton si schiera con Obama:dichiara che lo vota.Il monodo va un ‘ora indietro oggi e io molte di piùIeri ho fatto un giro per le strade del centro,piene di studenti,musica,luci.Sembrava quasi che tutto quello che succede nel mondo non fosse arrivato.Il sabato sera è pausa per tutto e per tutti. La Domenica avvolge tutto di ovattata serenità e lentezza.La lentezza che dovrebbe essere un patrimonio salvaguardato con cura, di questi tempi in cui si corre continuamente.Guardo con curiosità e ammirazione le proteste degli studenti. Finalmente una voce che urla e non si placa. Le mamme che protestano con i bambini i ragazzi nelle Università che finalmente si danno da fare.Che almeno  una parte di quel che resta di questo paese  si sia svegliata e sia finalmente pronta ruggire implacabile e per nulla volta allaresa.Ci pensavo proprio ieri sera: ci sono momenti nella vita in cui pensi che è tutto qui, che nulla possa cambiare…e ci sono momenti nella vita in cui sai che è tutto in divenire, tutto in continua evoluzione.Questo è un monento di cambiamenti,ma credo di cambiamenti radicali. Non si tratta di Berlusconi o Veltroni…per carità mi vienie l’orchite solo a pensarci. Si tratta di cambiamenti molto al di là delle comarine che ci governano.Sempre da più parti arrivano grida di allarme. Il mondo sta urlando che non ce la fa più: siamo a Novembre e io sono in smanicata con le finestre aperte, le borse crollano ogni 3 x 2, i comici si candidano alle politiche, il bike sharing è a nuova tendeza(imposta dal caro petrolio) del momento, per stada si parla solo di facebook e tutti sembrano entusiasti di aver ritrovato i vecchi compagni di scuola a cui dire “Ciao, da quanto tempo…!”e poi?!!Non so dove andremo a finire ma di sicuro credo che sia questo l’inizio di un processo lungo e critico che porterà mi auguro a delle svolte positive.Io dal mio canto, oggi, almeno per oggi, faccio finta che sia tutto lontano, mi riposo e vivo questa giornata all’insegna della Lentezza.