Archivi tag: iPhone

Fare la dieta con l’iPhone

Un pò di tempo fa si parlava fra ragazze geek, di linea, peso forma e di nuove tendenze.Parlando di applicazioni (io ne avevo viste un paio su App Store circa dieta a zona) salta fuori che di app per tenersi in forma, ce ne sono di diverse e pare molto valideE allora, perchè non provare?

Del resto noi Geek Girls con l’iPhone ci facciamo tutto, perchè non usarlo anche per la dieta?

Dopo un pò di scouting ho scelto di scaricare la free version di  My Net Diary Come funziona?Una volta scaricata l’applicazione si registrano i dati inerenti alle proprie caratteristiche fisiche:altezza,peso reale e peso ideale che si vorrebbe raggiungere ed entro quale data

NB:se inserite una data impossibile My Net Diary ve la corregge autometicamente!

Le funzionalità che ho esplorato fino adesso sono abbastanza basic:La App calcola le calorie che possono essere consumate quotidianamente:per ogni giorno c’è un panel in cui inserire gli alimenti che si intendono consumenre o che si sono già consumati a pranzo, cena eventuali snack e bicchieri d’acqua .In base allae quantità di cibo inserito, MyNetDiary calcola in real time l’apporto calorico corrrispondente: segnala eventuali calorie ancora disponibli (evvai!) 😀 o eventuali calorie di cui siamo in debito 🙁.Se fate attività fisica di qualunque tipo: dalle scale per salire in casa al tragitto a piedi per arrivare in ufficio,i minuti di nuoto in piscina,piouttosto che la lezione di Yoga (potete scegliere fra Yoga energico o Yoga meditativo), potete inserire tutto e  viene conteggiato e tradotto in apporto calorico, in modo da bilanciare le calorie ingerite e quelle bruciate durante il giorno.Che dire?Di certo è un motivo in più per avere l’iPhone sempre in mano…e per ragionare su quanto possono essere grassi alcuni cibi che ingeriamo con molta leggerezza :)Un altro aspetto interessante è che, essendo l‘archivio dei cibi esclusivamente in inglese, è un ottimo mezzo per rinfrescare la memoria e per imparare teminologie nuove!Da provare!

Powermat: il tappetino che da la carica.

Eccomi anch’io a parlare del “fenomeno” Powermat:il sistema di alimentazione ad induzione magnetica che ha fatto, sta facendo e farà parlare molto di se.Ho sentito parlare di Powermat già tempo fa, prima che arrivasse nel Belpaesone nostrano,ho approfondito anche tramite alle news trovate  sulla fan page Italiana su Facebook.Ho letto e mi sono documentata perchè, come altri mi sono molto incuriosita sul prodotto.E poi l’ho incontratoVeniamo al dunque:Powermat (lo spiego per chi dovesse essere a digiuno di info) è un sistema di ricarica di devices elettronici di ultima,ma anche di penultima generazione che consente di alimentare e ricaricare i nostri “elettromestici” preferiti senza passsare dai caricabatterie tradizionali.

In che senso?

Nel senso che la base Powermat da la carica a smartphones, laptop, videocamere, macchine fotografiche senza bisogno di avere i cavi di alimentazione a disposizione.Il claim della campagna di lancio del prodotto in Italia è,infatti:

“Powermat basta fili!”

e qui il gioco si fa serio.In realtà il prodotto distribuito in Italia uno-due fili ce li ha:uno che collega la base all’alimentaore e uno per caricare i devices che sono provvisti di guscio adattatore (attualmente iPhone/Blackberry/NintendoDS); l’altro è quello di Powercube (un adattatore dotato di tutti i vari ingressi dei dispositivi) che è necessario per ricaricare dispositivi che non siano i 3 citati prima.

Chedifferenza c’è?

La differenza è che invece di portarti dietro 3-4 King Cord ti porti dietro solo un cavo con gli adattatori che ti servono oppure se il dispositivo è uno di quelli per cui è disponibile il guscio con copribatteria.

La base da sola non funziona: necessita del Powercube o del guscio adattatore.

Ovvero?Powermat funziona appoggiando il device sulla base di ricarica,ma  per far si che la ricarica avvenga fra la mattonella a il vostro iPhone deve esserci un accumulatore che commuti l’energia indotta e la tramuti in carica.Negli States la tecnologia Powermat è applicata in modo molto più esteso rispetto a quanto è arrivato in Italia e forse guardare alle alle applicazioni avanzate d i questa nuova tecnologia,aiuta ad evitare di arrivare a frettolose conclusioni del tipo: “è una sola!”.[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=3hOaXTkkaVw]

Avete visto il video?

Beh,onestamente, l’idea del tavolo da cucina che alimenta gli elttrodomestici fa un pò “I Jetsons” però effettivamente l’idea di un unico sistema che alimenta tutti gli elttrodomestici di casa non è male.Soprattutto se pensiamo che la carica tramite Powermat sia più efficace del 20-30% rispetto ad una carica tradizionale e quindi mette a posto anche l’attualissimo tema dell’ecosostenibilità che preoccupa un pò tutti ultimamente.