Archivi tag: Non sense

Alice in Wonderland:Tim Burton ha ucciso Lewis Carroll

Credits mannythemovieguy.com

E’ da ieri che me la meno con questa storia,ma proprio non mi va giù.Ieri sono andata, dopo un anno di attesa, a vedere Alice in Wonderland di Tim Burton.

Premessa: adoro Tim Burton e Alice in Wonderland è un capolavoro!

Bene, anzi male!Burton non si è limitato a raccontare a suo modo Alice,no: na ha riscritto la storia cercando di dare un sense ad un non sense per eccellenza la famosa fiaba di Lewis Carroll!Veniamo al racconto di Burton:Alice è una ragazzina che torna  quasi 20 enne nel paese delle meraviglie per sfuggire da una promessa di matrimonio indesiderata e un futuro predeterminato.Dopo mille peripezie (inutili) Alice sconfigge il male che regna nel sottomondo,con tanto di scena di lotta fra Alice e il drago e un chiaro richiamo all’iconografia San Giorgio e il Drago e alla letteratura fantasy che con Carrol e lo stesso Burton fa a pungni.Ma non è tutto:

quando Alice ha la possibiiltà di scegliere se restare in Wonderland o tornare alla vita di tutti i giorni, Alice sceglie la vita di tutti i giorni e sapete come va a finire?Che Alice diventa una imprenditrice prendendo il posto nell’azienda di suo padre.Per la cronaca viene assunta come “apprendista” dall’ ex socio del padre e si mette in affari!!!

Troppo davvero troppo assurdo.

Perchè dare un senso ad una fiaba?Perchè doverla spiegare in modo logico?E dove è finito l’universo onirico di Tim Burton?

Che delusione.

Il Paese delle Meraviglie di Burton è un universo freddo e insignificante,un paesaggio spettacolare creato a colpi di 3D dove manca la festosità, l’originalità e l’esplosione di fantasia che domina il racconto di Carroll e che ha affascinato i bambini di tutto il mndo per generazioni.

Molto delusa e annoiata sono uscita dal cinema e ho ripensato alla mia Alice persa in Wonderland alla ricerca del Bianconiglio.