Archivi tag: Pizza

Anna Maria

Anna Maria l’avevo vista al camping San Paolo, nel 2010.
La ricordo davanti al forno a legna con il fazzoletto in testa, sorridente a sfornare ottime pizze: ha due occhi azzurri che ridono e le rendono sorridente tutto il viso.

Quest’anno sono tornata al San Paolo sono rimasta solo due notti.

La prima sera a cena abbiamo trovato posto proprio vicino al forno della pizzeria: Anna Maria in prima fila, la sentivo scherzare e ridere con i ragazzi che servono ai tavoli che la chiamano “zia Marì”.

Ho ordinato una spianata con sale e rosmarino da accompagnare alla birra, in attesa della mia  bistecca.

La seconda  e ultima sera per cena, ho ordinato senza indugio una Napoli senza mozzarella.

La pizza è buona come la ricordavo e mentre lo penso, Anna Maria passa affianco al mio tavolo. Le sorrido e lei si ferma.

“Come siete belle!” esclama rivolgendosi a me e a chi è con me.

“Complimenti per la pizza, ottima come ricordavo” ribatto.
“Ieri hai preso la schiacciata e la bistecca, somo felice che ti piace la pizza. Sei tornata quest’anno.”
“Sono stata qui anche due anni fa ma tu non c’eri!”
“Ti ricordi di me?!” E’ stupita “Ho fatto solo il 2009 eil 2010 e sono tornata quest’anno.Io mi ricordo che tu c’eri il 2010”
Anna Maria si appoggia con il gomito al mio tavolo.
“Certo che mi ricordo di te…la tua pizza é buonissima e poi mi ricordo sempre di te sorridente a fare le pizze!”.
” Da dove venite?”
“Dall’Emilia anche se io sono di Cosenza,vivo a Bologna da tanti anni”

“Che bella l’Emilia ci sono stata per un mese due anni fa per il terremoto: volontaria Protezione Civile. Io e mio marito stavamo in cucina!”

Lo dice con una semplicità e una punta di orgoglio che le gonfia il petto.
Mi sale un brivido lungo la schiena e gli occhi mi si riempiono di lacrime per la commozione…

“Grazie” le dico e le afferro un polso in modo goffo.
“Grazie a voi. Noi lavoriamo per voi, la cosa importante è che voi mangiate e state bene, lavoriamo per questo…no?”
Ho il cuore a 1000 davanti a questa piccola-grande donna mi sento minuscola…
“Com’è andata la stagione?!” le chiedo per cambiare argomento
“Bene, ma c’è poca gente…anche qui che non te l’aspetti…la crisi ha colpito anche noi. Del resto la crisi colpisce solo i piccoli…i grandi stanno sempre bene!”
Mi sorride e si allontana, piccola e svelta con le guance rosse e il fazzoletto in testa.
Anna Maria, le “piccole” persone come te rendono il mondo un posto in cui è ancora bello vivere…

Un ministro ligio al dovere:La Russa “difende” Berlusconi

Il Ministro della DIfesa Difende il Premier

Siore e Siori, questa che vedete ala vostra destra (e dove altro poteva collocarsi …) è una tipica scena in stile “Spagehtti, Pizza e Mandolino” fresca fresca di giornata.

Qualche ora fa,infatti, un giornalista Radicale (a Marzo torna di moda il Radical Contestatore: anche i giudici non so più Comunisti, ma Radicali adesso!) che ha cercato di porre delle domande non gradite al Premier, è stato ammonito con un “Comunista si vergogni!” e poi raggiunto fisicamente da Ministro della Difesa Ingnazio La Russa.

Ebbene si amici, mentre il Premier era in difficoltà, l’impavido Ignazio la Russa si lancia come un falco, dopo aver fatto un cenno ai suoi prodi (scusate il gioco di parole) , sul giornalista contestatore intimandogli di desistere dal disturbare la conferenza stampa.

Chi melgio del Minstro della Difesa poteva difendere il Premier?

No, non è un barzelletta…ma fa molto ridere! 😀

Ps. Ma nona veva appena annunciato il Premire che vuole scendere in piazza per difendere la Democrazia!!! LOL

😀 😀 😀

Un ministro ligio al dovere:La Russa”difende”Berlusconi

Il Ministro della DIfesa Difende il Premier

Siore e Siori, questa che vedete ala vostra destra (e dove altro poteva collocarsi …) è una tipica scena in stile “Spagehtti, Pizza e Mandolino” fresca fresca di giornata.Qualche ora fa,infatti, un giornalista Radicale (a Marzo torna di moda il Radical Contestatore: anche i giudici non so più Comunisti, ma Radicali adesso!) che ha cercato di porre delle domande non gradite al Premier, è stato ammonito con un “Comunista si vergogni!” e poi raggiunto fisicamente da Ministro della Difesa Ingnazio La Russa.Ebbene si amici, mentre il Premier era in difficoltà, l’impavido Ignazio la Russa si lancia come un falco, dopo aver fatto un cenno ai suoi prodi (scusate il gioco di parole) , sul giornalista contestatore intimandogli di desistere dal disturbare la conferenza stampa.Chi melgio del Minstro della Difesa poteva difendere il Premier?No, non è un barzelletta…ma fa molto ridere! :DPs. Ma nona veva appena annunciato il Premire che vuole scendere in piazza per difendere la Democrazia!!! LOL:D 😀 😀