Archivi

Lucky Me!

Ci sono persone qualunque e ci sono persone che invece sfidano la neve per andare a comprare una torta gelato, scelgono la più bella ci montano sopra delle candeline azzurre e aspettano con te mezzanotte per poterla togliere trionfanti dal frigo e poterti augurare “Buon Compleanno!”.Queste persone ti rimettono al mondo e ti danno la meravigliosa percezione che alla fine la vita e’ tutta qui:)Lucky Me!!!

Notte e nebbia

Da qui si vedono solo tetti, da qui si levano a voltepensieri audaci. E’ bello pensare che pensieri e parole rimanganoqui, sospesi fra cielo e terra e che il sogno non finisca mai. Lamente fa dei lunghi viaggi, rapidi guizzi saettanti, purtroppoappesantiti dalla massa corporea che tarda ad esternarli e spessoli ingoia. Dovremmo forse inventare un Dragon Dictation per le ideebrillanti e per I voli pindarici… Stasera la nebbia non lasciaintravedere la strada e guardando in alto neanche la luna sivede… La nebbia appanna la vista e le coscienze,la notte scorresenza sosta e porterà al mattino come tutte le Notti di tutta laVita. Bologna dorme da un pezzo narcotizzata da buoni propositi diripresa e riqualificazione territoriale; travestita da benpensantee mitteleuropea giovane donna in carriera. La notte che scende suitetti mi ricorda quando si stava tutti con le finestre aperte dinotte, d’estate e affacciandoti potevi guardare le storie di vitasnodarsi sui marciapiedi. Le notti non sono tutte le stesse e quelprofumo di vita che batte in ogni angolo tornerà. Per adesso mitengo la mia notte, ne respiro l’aria gelida e mi consegno alsonno, sperando che le storie che si scriveranno lungo le stradestanotte, siano tutte sospese fra cielo e terra.

Born Again

Se un giorno dovessi tornare a nascere vorrei nascereprobabilmente uomo, tutto più facile; oppure donna ma supergnocca edi quel genere di donne che non devono fare altro che respirare,per essere in forma e desiderabili (giuro ne esistono, ne ho leprove!) :)Vorrei nascere stra-ricca. Vorrei frequentare una scuoladi design a New York, affittare un appartamento nell’East Village eavere delle finestre piene di fiori che affacciano sulle scale antiincendio. Vorrei avere l’opportunità di conoscere, scrittori,musicisti, artisti e partecipare a tutti gli eventi più cool dellaNew York underground.Vorrei conoscere giovani pieni di speranze esogni da realizzare, non utopie; ma semplicemente sogni che prima opoi si avvereranno, basta crederci e perseverare.Vorrei nascere inun paese libero, in cui tutti hanno le medesime opportunità diformazione e crescita.Vorrei nascere in un paese con alla guidauomini e donne di valore e pregio. Persone che siano in grado diispirare le folle e farle volare sulle ali dei principi dellapolitica sociale e del bene comune.Vorrei che nei momenti disconforto o di incertezza, si possa trovare riparo nelleistituzioni.Vorrei che al momento di decidere cosa fare deldomani, come orientarsi nel futuro, ci fossero delle pronterisposte da parte di chi sa cosa fare perché lo ha fatto prima dite.

Vorrei nascere in un paese in cui ci fosse al potere la scienzae la tecnologia fosse al suo servizio.

Vorrei che la tecnologiafosse nel mio paese un diritto di tutti. Vorrei nascere in un mondoin cui il valore dei sentimenti è di gran lunga più prezioso delvalore del denaro e degli affari.

Vorrei nascere in un paese in cuisi possono mangiare le uova, il latte e e la frutta e in cuil’acqua potabile non serve ad alimentare gli scarichi delgabinetto.

Mi piacerebbe anche nascere in un paese in cui i neonatinon muoiono in Piazza Maggiore a causa del freddo.

Mi piacerebbenascere in un paese in cui se chiudi gli occhi puoi ancora sognarequalcosa di grande, di sconvolgente e di portentoso per la te e perla tua gente.

Mi picerebbe nascere in un paese in cui grandi sogninon coincidano necessariamente con un 6 al superenalotto…